Si è tenuto a Gravina in Puglia, il convegno dal titolo: “Il Nuovo Sindacato Scuola per lo Sviluppo del Territorio”, manifestazione che ha visto una sala gremìta ed un parterre di ospiti importanti.
Gli interventi degli addetti ai lavori hanno messo in luce l’importanza del connubio scuola – territorio.
Il convegno è stato “chiuso” dal segretario nazionale della Confil, Anna Regina, e si riporta un passo del suo intervento: (…) “Sono passati 10 anni da quando abbiamo creduto in un nuovo progetto politico-sindacale che ha dato vita ad un sindacato nazionale, la Confederazione Italiana Lavoratori, che presiedo, con immenso onore, in qualità di segretario generale nazionale. Sono passati 10 anni e abbiamo in mente di continuare con il nostro progetto. Oggi celebriamo Confil Pubblico Impiego. Ringrazio vivamente Giuseppe D’Ambrosio per il suo impegno nel dirigere questa federazione così importante per il nostro organigramma. Ebbene, per me, è motivo di grande orgoglio chiudere questo convegno in quanto, dopo tanti sacrifici personali ed impegni in giro per l’Italia, abbiamo fatto in modo di far diventare questo progetto irreversibile. Siamo anche vicini al nostro Congresso; ci accingiamo, infatti, a chiudere questa manifestazione in vista dell’organizzazione dei congressi territoriali che eleggeranno i delegati per il Congresso Nazionale. Siamo stati fautori di un nuovo modo di fare sindacato e di fare proposte alle parti sociali. Su questo tema vorrei soffermarmi, dal momento che i governi continuano ad ignorare le nostre proposte, una su tutte quella di portare gli stipendi degli insegnanti e di tutto il personale della scuola al pari delle medie europee. Non ci stancheremo di rivendicare questo diritto, siamo in Europa ma non abbiamo ancora la parità salariale. Continueremo con la lotta per vincere questa battaglia, ed è anche per questo che vi chiediamo di iscrivervi alla nostra organizzazione al fine di portare avanti un’azione sindacale forte.
Un pensiero va ai lavoratori che hanno perso la vita sul lavoro: non si può morire cosi ! Per onorare la memoria di questi lavoratori , vi chiedo di alzarvi in piedi per osservare un minuto di silenzio. Vi ringrazio per la partecipazione, vi ringrazio per il sostegno al nostro sindacato e nell’augurarmi di ritrovarvi nuovamente per le prossime iniziative, vi saluto. Viva la Confil!

image_pdfimage_print
error: Content is protected !!