L’INPS ha emesso un messaggio in cui ricorda ai percettori di indennità di disoccupazione NASpI che, se nel 2023 hanno comunicato un reddito presunto diverso da zero, devono comunicare entro il 31 gennaio 2024 il reddito presunto che si percepirà nel 2024.

La comunicazione, che può essere effettuata online con il modello “NaspiCom”, è obbligatoria anche se il reddito presunto per il 2024 è pari a zero. In assenza di comunicazione, l’erogazione della prestazione verrà sospesa a partire dal 31 dicembre 2023.

Invece, i soggetti che hanno comunicato per il 2023 un reddito presunto pari a zero non dovranno comunicare nulla entro il 31 gennaio 2024, ma dovranno farlo se prevedano di produrre per l’anno 2024 un reddito diverso da zero.

I percettori di NASpI che hanno comunicato un reddito presunto diverso da zero nel 2023 devono effettuare la comunicazione del reddito presunto per il 2024 entro il 31 gennaio 2024, anche se il reddito presunto è pari a zero. La mancata comunicazione comporterà la sospensione dell’erogazione della prestazione.

Maria Pia Iurlaro

image_pdfimage_print
error: Content is protected !!