La rivalutazione delle pensioni per il 2024 è definitiva e pari al 5,4%, come stabilito dall’Istat. Pertanto, non ci saranno ulteriori conguagli nel corso dell’anno.

In base alla rivalutazione definitiva, il trattamento minimo di pensione nel FPLD è pari a 598,61 euro. Di conseguenza, il minimale giornaliero da assoggettare a contributi sale a 56,87 euro, lo stipendio minimo contributivo mensile a 1.478,62 euro, il minimo giornaliero delle retribuzioni convenzionali a 31,60 euro e il minimale orario per i lavoratori dipendenti in regime di part time a 8,53 euro.

L’accredito di una annualità ai fini pensionistici per i lavoratori dipendenti del settore privato richiede uno stipendio di 12.451 euro. Il massimale annuo per i nuovi assicurati dal 1° gennaio 1996 o per quelli che optano alla pensione contributiva è di 119.650 euro annui. Il contributo aggiuntivo dell’1% a carico del lavoratore ai sensi dell’art. 3-ter legge n. 438/1992 si applica, invece, sulla retribuzione eccedente i 55.008 euro. Infine, il tetto massimo complessivo della retribuzione per congedo straordinario per assistere un familiare con handicap è di 56.586 euro.

Maria Pia Iurlaro

image_pdfimage_print
error: Content is protected !!