Il lavoratore che assiste un familiare disabile grave, parente o affine entro il 2° grado (o entro il 3° grado, in specifiche situazioni), ha diritto a 3 giorni di permesso mensile  utilizzabili anche in maniera continuativa.

I permessi giornalieri, legge 104/92 per assistere il familiare con handicap grave (art 3 comma3) possono essere utilizzati dal lavoratore, a condizione che il familiare non sia ricoverato a tempo pieno.

I permessi giornalieri per la  legge 104/92  sono sempre retribuiti e coperti da contribuzione utile per la pensione.

 Fermo restando il limite complessivo di 3 giorni, per l’assistenza allo stesso individuo con disabilità grave, il diritto può essere riconosciuto, su richiesta, a più soggetti che possono fruirne in alternativa tra loro.

Nel caso in cui il lavoratore debba assistere più portatori di handicap gravi, può ottenere permessi per ciascuno dei quali si prende cura, a condizione che l’assistito sia il coniuge o un parente di 1° grado oppure di 2° grado.

Durante A.M. Cristina

image_pdfimage_print
error: Content is protected !!