Il messaggio Inps n. 4179/2023 chiarisce che, a seguito dell’abrogazione del reddito di cittadinanza prevista dal decreto Calderone, le domande per il beneficio non potranno più essere presentate dal 30 novembre 2023.

La stessa data rappresenta anche il termine ultimo per la comunicazione da parte dei servizi sociali dell’eventuale presa in carico dei nuclei familiari non attivabili al lavoro che cessano la fruizione del beneficio alla settima mensilità.

La Carta Rdc resterà comunque operativa nei primi mesi del 2024 per consentire l’utilizzo degli importi accreditati.

In particolare, l’Inps precisa che:

Le domande presentate entro il 30 novembre 2023 saranno acquisite e valutate secondo la normativa vigente;
Le domande presentate per il tramite di intermediari potranno essere trasmesse fino al 20 dicembre 2023, purché presentate dagli utenti presso gli intermediari entro il 30 novembre 2023;
La rata di novembre sarà corrisposta il 15 dicembre 2023 e quella di dicembre il 27 dicembre 2023 ai nuclei familiari che hanno comunicato la presa in carico da parte dei servizi sociali entro il 30 novembre 2023;
L’Inps procederà a corrispondere gli eventuali pagamenti arretrati nonché quello del corrente mese, ai nuclei già sospesi cui, per effetto della presa in carico da parte dei servizi sociali, sia riconosciuta la prosecuzione del beneficio.

Maria Pia Iurlaro

image_pdfimage_print
error: Content is protected !!