Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Marina Calderone, è intervenuta nell’audizione al Senato che, si è svolta presso la Commissione Parlamentare di inchiesta sulle condizioni di lavoro in Italia, sullo sfruttamento e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro pubblici e privati, e non solo. Tra le varie argomentazioni è stata affrontata l’importanza e la valenza nel rendere sempre più centrale, il tema della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, che possa rappresentare una questione universale, un tema universale, e che raggiunga l’attenzione di tutti i soggetti della società. Una tematica che dev’essere affrontata nella sua totalità, che non sia quindi confinata e ristretta in ambiti circoscritti per settori specifici.
Indispensabile dunque l’elemento di universalità e completezza d’informazione e formazione  che si ricongiunge ad un ulteriore elemento dell’intervento della Ministra Calderone, riguardante l’investimento e la promozione di una “cultura della sicurezza”, atta ad evitare o almeno diminuire l’infortuni anche nelle scuole. In tal senso, è doveroso ricordare le grandi “battaglie “della CONFIL circa l’infortunistica scuola.

Durante a.m. cristina

image_pdfimage_print
error: Content is protected !!