L’Inps ha reso noto che la semplificazione degli accertamenti di invalidità civile e handicap introdotta dal decreto semplificazioni del 2020 è destinata a durare anche dopo la conclusione dell’emergenza da Covid-19.
La semplificazione prevede che le commissioni mediche INPS possano redigere verbali di accertamento anche solo sulla base della documentazione sanitaria presentata dall’interessato. In tal caso, l’interessato è sollevato dalla presentazione alla visita medica, con accelerazione dell’iter di riconoscimento dell’invalidità.
La richiesta di valutazione degli atti può essere presentata sia dal cittadino che dal patronato o dalla stessa commissione medica ricevuta la domanda di prestazione assistenziale.
La semplificazione è immediatamente applicabile per:
• tutte le domande di primo accertamento e di aggravamento dove l’INPS procede direttamente alla valutazione degli stati invalidanti in convenzione con le regioni (CIC);
• le revisioni sanitarie.
L’Inps ha anche attivato un nuovo servizio online che consente a tutti i cittadini, al medico certificatore e al Patronato, di allegare la documentazione sanitaria probante per la domanda di invalidità civile o di aggravamento.
Infine, l’Inps sta portando a termine un’implementazione dei sistemi informatici che connetteranno le ASL con l’Istituto, che consentirà la visualizzazione della documentazione sanitaria allegata e quindi, ove possibile, la definizione dei verbali agli atti anche da parte delle commissioni mediche delle ASL.

Maria Pia Iurlaro

image_pdfimage_print
error: Content is protected !!